Dal campo allo scaffale, Auchan France vuole creare fattorie urbane

Dal campo allo scaffale, Auchan France vuole creare fattorie urbane

    Auchan France starebbe comprando grandi estensioni di terreno intorno ai suoi ipermercati con uno scopo preciso: creare delle fattorie urbane per produrre sul posto quella stessa ortofrutta che viene venduta nel punto vendita. Un vero “dal campo allo scaffale”, ben più di un chilometro zero in grado di trasformare l’ipermercato in una sorta di farmer’s market interno. Come vuole la vulgata dell’economia sostenibile e circolare.

    Lo rivela il sito francese LSA citando fonti interne che parlano di “50 siti che potrebbero partire nel 2020”. In fondo, potrebbe essere anche un modo per rinnovare un format, quello degli ipermercati, che sta vivendo momenti difficili. Con ambizioni ben superiori rispetti ai tetti coltivati che si sonovisti su alcuni punti vendita del Nord Europa.

    Secondo LSA, ogni sito sarà cositutito da un centinaio di ettari impiegati per coltivare, nel rispetto dell’ambiente, produzioni e varietà locali, anche, laddove possibile, in stretta collaborazione con il mondo agricolo e gli abitanti dei dintorni. Aiutando gli agricoltori che volessero imbarcarsi nell’avventura e non escludendo di proporre porzioni dei campi ai vicini della fattoria e del negozio, e ai clienti che si troverebbero così strettamente coinvolti nel progetto. Così come le scuole e le associazioni locali.

    “Il principio è essere al 100% locali con una fattoria vicino al negozio che offrirà varietà locali di prodotti stagionali, coltivati ​​localmente da e per i locali” avrebbe confermato Auchan Retail France. Le produzioni di queste fattorie dovrebbero essere vendute nel negozio affiliato con un marchio specifico dedicato a queste culture locali, di cui Auchan non ha ancora voluto rivelare il nome.